Veicoli elettrici: vantaggi e svantaggi

Tesla Model X

Quali sono i criteri per scegliere un’auto elettrica?


E’ ormai normale veder circolare nelle città Italiane bici e scooter elettrici. A volte meno visibili, ma altrettanto presenti ed in rapida crescita, sono le auto elettriche, che sostituiscono i modelli a benzina o diesel sfruttando l’apporto di batterie elettriche. Le auto con motori a combustione tradizionale sono ancora le più utilizzate, ma hanno una serie di effetti collaterali, primo fra tutti l’impatto ambientale e gli elevati costi dei carburanti, che gli stanno facendo perdere terreno rispetto alle loro nuove cugine elettriche.

Non tutti sanno che i veicoli elettrici hanno una lunga storia, visto che furono inventati addirittura nell’800. La rinascita si ebbe però a partire dal 2008, quando l’evoluzione tecnologica delle batterie rese l’auto elettrica economicamente sostenibile, e da quel momento rientrò nei programmi di tutte le principali case produttrici. Da quel momento, i continui progressi tecnologici abbinati ad una spinta sia nazionale che Europea per trovare modi più ‘verdi’ di far funzionare le auto hanno permesso di renderle un’opzione reale per la vita di tutti i giorni.

Quindi è questo l’anno giusto per passare all’elettrico? Per aiutarti a decidere abbiamo identificato una lista di vantaggi e svantaggi che speriamo ti aiutino a chiarire eventuali dubbi.


Volkswagen id.3 all electric
Volkswagen ID.3 (Fonte: Volkswagen)

I vantaggi delle auto elettriche


I costi di gestione

Una delle domande che ci viene fatta più di frequente è la seguente: “il costo quotidiano di un’auto elettrica è inferiore a quella di un’auto tradizionale?”

In generale sì, grazie sia agli incentivi all’acquisto, al minor costo energetico e ad altri elementi, come lo sconto per i parcheggi nelle zone blu o l’accesso gratuito ad aree tradizionalmente a pagamento (come la zona C a Milano).

L’elettricità costa meno della benzina o del diesel

In generale i costi energetici stanno aumentando, ma è evidente un incremento ancora più significativo dei costi della benzina e del diesel, indipendentemente dall’eventuale diminuzione del costo del petrolio. Se consideriamo un prezzo medio dell’elettricità di 0,20 €/kWh, vediamo che i costi di ricarica di un’auto elettrica sono assolutamente concorrenziali:

Tipologia
di ricarica
Potenza
(kWh)
Durata ricarica
(ore)
Costo ricarica
(€)
Normale Fino a 3 6-8 6,00 €
Veloce 7-22 1-4 5,50 €
Ultra veloce 43-50 Fino all’80% in 30 minuti 6,25 €

Per dettagli sui tempi di ricarica di un’auto elettrica, puoi fare riferimento al nostro articolo di approfondimento sull’argomento.

I veicoli elettrici beneficiano di incentivi

Il Consiglio internazionale per il trasporto pulito (ICCT – International Council on Clean Transportation) nel 2018 ha pubblicato un report in cui indica che sgravi fiscali o altri sistemi di detassazione per auto elettriche e altri veicoli a basse emissioni aiuterebbero a diminuire l’inquinamento dovuto ai mezzi di trasporto, aiutandoci così a migliorare l’ambiente. Già oggi i veicoli elettrici in Italia beneficiano di diverse forme agevolazioni:

  • Ecobonus
  • Accesso gratuito a ZTL (es. Zona C a Milano)
  • Parcheggi gratuiti in zone blu

Iniziative si stanno moltiplicando in diverse città, per cui se hai intenzione di acquistare, o hai acquistato, un’auto elettrica o ibrida, verifica in base al modello quali agevolazioni ha previsto il tuo Comune.

I veicoli elettrici hanno meno guasti rispetto a un veicolo tradizionale

Sicuramente avrai meno probabilità di dover portare il tuo veicolo elettrico da un meccanico. Rispetto ad un motore a scoppio, un motore elettrico ha molte meno componenti a rischio danneggiamento, ed in caso di riparazione o, addirittura, sostituzione, sarà sicuramente più veloce e meno dispendioso.

Quindi se hai un veicolo con minor rischio di problemi, sarà un vantaggio anche in termini di risparmio sulle future manutenzioni, considerando i costi richiesti ogni anno per i tagliandi e le manutenzioni di un veicolo tradizionale.

I veicoli elettrici sono più ‘verdi’

Il motivo per cui le auto elettriche beneficiano di incentivi statali è perchè sono giustamente considerate amiche dell’ambiente, garantendo una maniera più ‘green’ di circolare in termini di emissioni di CO2 e impatto sull’inquinamento globale.

È in ogni caso fondamentale aver bene presente l’importanza della scelta della tua auto elettrica, in termini di qualità delle batterie ed efficienza complessiva del veicolo. Anche l’elettricità non è facile da generare senza l’uso di combustibili fossili, ma passando ad un fornitore di energia green  o installando un impianto fotovoltaico, puoi far sì che il tuo nuovo modo di guidare sia davvero amico dell’ambiente.

Un altro fattore molto importante è che non emettono ossido di azoto, elemento che è oggi una delle maggiori cause dell’aumento di malattie come l’asma e il tumore ai polmoni. Se vivi in un paese o in una città e vuoi che la scelta del tuo prossimo veicolo sia migliore per l’ambiente e per chi ti circonda, tieni conto anche di questo aspetto!

I veicoli elettrici sono più silenziosi

Nella maggior parte dei casi, i guidatori vogliono che la loro esperienza con un veicolo elettrico sia la più simile possibile a quella con i veicoli tradizionali, con miglioramenti che sono sempre benvenuti. Le auto elettriche funzionano in maniera simile in termini di sterzo, accelerazione, ecc., ma l’aspetto che si nota sin da subito è che il motore elettrico non è rumoroso come quello a combustione, per cui i veicoli elettrici sono molto più silenziosi da guidare.

Questo aspetto è un altro elemento a favore dei veicoli elettrici, che specie in città può fare veramente la differenza, se si pensa a quanto è fastidioso il rumore delle auto, specie nelle ore serali e notturne. D’altro canto la silenziosità totale può essere persino un rischio per i pedoni, abituati a ‘sentire’ un’auto quando si avvicina. Per garantirne la sicurezza, l’Unione Europea ha quindi definito che i veicoli elettrici dovranno essere dotati di sistemi acustici quando viaggiano a una velocità inferiore ai 20 km/h o quando effettuano una retromarcia. Entro il 2021, i modelli di nuova immatricolazione, saranno quindi dotati del sistema acustico Avas (Acoustic Vehicles Alert System), che emetterà un suono caratterizzante il veicolo, ma senza che sia né intenso né fastidioso.

Puoi caricare la tua auto elettrica a casa

I prezzi dell’elettricità possono variare, specie se utilizzi punti di ricarica pubblici; questi possono essere gratuiti o basati su tariffe orarie. In ogni caso, visto che puoi ricaricare il tuo veicolo anche a casa, questa soluzione ti permette di avere un controllo preciso di quanto spenderai per la ricarica.

Utilizzare un punto di ricarica domestico significa anche partire da casa sempre con il ‘pieno’, senza dover poi fare soste per caricare la batteria della tua auto. Tra l’altro i sistemi di ricarica  beneficiano della detrazione fiscale al 50%, per cui i costi si abbattono ulteriormente, e se hai un impianto fotovoltaico, la tua ricarica è addirittura gratis!

I veicoli elettrici si svalutano meno

La svalutazione, ovvero la diminuzione di valore di un bene, è inevitabile quando si parla di un’auto. Parametri come il modello, il tipo di motore, l’utilizzo e spesso anche il colore giocano un ruolo fondamentale nel determinare il deprezzamento di un’auto. I veicoli elettrici, al contrario, si svalutano meno rispetto ai loro equivalenti tradizionali. Anche se nel passato non sempre è stato così.

Quando la tecnologia per le auto elettriche era ancora in fase di rapida evoluzione, e la consapevolezza sui veicoli elettrici abbastanza bassa, i valori delle vetture di secondo mano erano tendenzialmente molto bassi. I veicoli elettrici, invece, oggi mantengono il valore molto più a lungo. La Tesla Model S, ad esempio, è stata riconosciuta come una delle auto con minor svalutazione nel 2018.

Negli ultimi anni, infatti, auto elettriche ed ibride sono riuscite a mantenere il loro valore inalterato molto più a lungo, grazie all’inserimento sul mercato di modelli dal profilo più alto, come la Tesla, e ad una maggior consapevolezza sulle qualità delle auto elettriche da parte del pubblico. È infatti sempre più evidente la presenza di punti di ricarica nei quartieri cittadini, ma anche nei supermercati e nelle stazioni di servizio.


Gli svantaggi delle auto elettriche


I costi di acquisto e di assicurazione 

L’innovazione ha un costo. I veicoli elettrici sono più costosi rispetto ai loro equivalenti tradizionali a benzina o diesel. In larga parte perché, essendo più recenti, il costo della tecnologia innovativa è maggiore.

Ci sono però buone notizie all’orizzonte. Il numero dei veicoli elettrici è in rapido aumento, e tutte le case automobilistiche stanno ora realizzando versioni elettriche dei loro modelli tradizionali, per cui nei prossimi anni si vedrà un riallineamento dei prezzi. Per ora rimane invece ancora un investimento abbastanza importante.

Un modo per i produttori per incentivare un numero maggiore di persone ad optare per un veicolo elettrico, è la proposta di noleggio delle batterie, in fase di acquisto del veicolo. Ad esempio Renault prevede un’opzione di pagamento mensile della batteria, così come faresti con un nuovo cellulare al momento del passaggio ad un nuovo operatore telefonico.

Un altro aspetto importante è l’assicurazione. Per i veicoli elettrici i costi variano, ma tendono comunque ad essere più alti degli equivalenti a benzina o diesel, anche in questo caso perché essendo più nuovi, manca lo storico. Sicuramente appena il numero di veicoli elettrici aumenterà, anche il costo di assicurazione andrà a diminuire.

Quindi se stai pensando di comprare un’auto elettrica, ti converrà verificare prima il costo di assicurazione, confrontando le offerte di vari operatori.

L’autonomia di guida

In un sondaggio su 3.000 automobilisti, il 48.41 % è preoccupato dall’autonomia di un’auto elettrica, e questo è il motivo principale che ad oggi non li convince a comprare un veicolo elettrico. L’ “ansia da autonomia” è sicuramente sensata, visto che difficilmente un’auto elettrica ha la stessa capacità di percorrenza di un veicolo tradizionale con il pieno. Anche se sta migliorando, ci sono ancora differenze.

Allo stato attuale, la carica di un’auto elettrica permette un’autonomia che va dai 150 ai 600 km, in base alla marca e al modello. Andare a scuola, al lavoro, a fare la spesa, o anche la gita fuori porta nel fine settimana è sicuramente in questo range. Il limite è principalmente per chi percorre centinaia di chilometri ogni settimana, in quel caso una valutazione molto attenta è d’obbligo.  

Le stazioni di ricarica

Tutti questi svantaggi per le auto elettriche si basano su un fattore di crescita e di popolarità ancora limitati dei veicoli elettrici. Fino a quando la richiesta non sarà tale da giustificare un maggior investimento su punti di ricarica più frequenti, sarà difficile trovarli ovunque.

Se guardi una mappa cittadina, noterai però la presenza di molte più colonnine rispetto a quello che ti aspetteresti.


Le auto elettriche hanno vantaggi e svantaggi. Chi vince?


Se la disponibilità delle stazioni di ricarica è la tua preoccupazione principale, analizzando i dati forniti dai vari siti specializzati vedrai il numero è in costante aumento, ma la situazione è a oggi molto diversa in base alla zona. Per cui il futuro sarà diverso, ma certo non puoi affidarti alla fortuna nella speranza di avere un punto di ricarica vicino, e un’analisi di questo aspetto si rende necessaria prima di procedere all’acquisto della tua auto.

Per tutti gli altri aspetti, avrai visto che alla fine la lista di vantaggi è già oggi superiore agli svantaggi, ma la realtà è che, come per l’auto a benzina o diesel, ci sono molti altri fattori e altrettante considerazioni che sono collegati al tuo stile di vita, alle tue esigenze quotidiane e cosa ti aspetti dalla tua auto. Non ci sono dubbi che le auto elettriche siano il futuro, almeno quello più sostenibile, e che ne vedremo sempre di più nelle strade. Sta a te poi decidere se ti senti già pronto a fare questo passo, o preferisci aspettare ancora un pò di tempo prima di sentirti veramente al sicuro alla guida di un’auto elettrica.


Vai sulla nostra home page ed iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultima novità. E seguici anche su Facebook, LinkedIn e Twitter o visita il nostro shop online per accedere ai migliori prodotti da noi selezionati nel mercato della mobilità elettrica.



Autore

Roberto Canu

Laureato in Ingegneria Elettronica, Roberto è il co-fondatore di GBSOLS S.r.l. (Green Building Solutions), società dedicata allo sviluppo del mercato dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili. In precedenza è stato co-fondatore di Myenergy S.r.l., che dal 2006 è cresciuta nel mercato del fotovoltaico in Italia, e ancora prima ha rivestito diversi ruoli manageriali in Hewlett Packard come responsabile di team internazionali e di progetti multi-organizzazione. E' parte dello staff manageriale di e-zoomed sin dall'inizio del progetto, con il ruolo di responsabile dello sviluppo in Italia e CTO del gruppo.

Acquista un cavo di ricarica

Iscriviti alla nostra newsletter

In questo sito sono utilizzati cookies tecnici necessari per migliorare la navigazione e cookies di analisi per elaborare statistiche.

Puoi avere maggiori dettagli visitando la Cookie Policy e bloccare l'uso di tutti o solo di alcuni cookies, selezionando Impostazioni Cookies.
Selezionando Accetto esprimi il consenso all'uso dei suddetti cookies.

Privacy Settings saved!
Privacy Settings

When you visit any web site, it may store or retrieve information on your browser, mostly in the form of cookies. Control your personal Cookie Services here.

These cookies are necessary for the website to function and cannot be switched off in our systems.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
0