Auto elettriche con maggiore autonomia 2023: guida completa per l’Italia

Polestar 3 SUV elettrico

Panoramica


Una costante dal lancio delle auto elettriche di prima generazione è l’autonomia elettrica o la mancanza di autonomia elettrica, più comunemente nota come “ansia da autonomia”, dovuta soprattutto alla capacità della batteria dei primi veicoli elettrici a batteria (BEV). Ad esempio, la Nissan Leaf elettrica di prima generazione incorporava una batteria EV da 24 kWh con un’autonomia elettrica fino a 117 km.

Dopo un decennio, il panorama dell’autonomia elettrica non potrebbe essere più diverso. L’ansia da autonomia non è più rilevante, dato che la più recente generazione di auto elettriche offre un’autonomia ben superiore a 241 km, e in molti casi oltre 500 km con una carica completa. In effetti, il “salto” nell’autonomia dei veicoli elettrici è stato tale che, per considerare un veicolo elettrico come leader di categoria, il parametro di riferimento è superiore al 500 km.

La dimensione media delle batterie delle auto elettriche si avvicina oggi ai 60 kWh. Tuttavia, non è raro che le auto elettriche abbiano una batteria di bordo superiore a 100 kWh. Possiamo aspettarci che la tendenza all’aumento delle dimensioni delle batterie EV e dell’autonomia elettrica continui, dato che la produzione e la gestione delle batterie EV continuano a svilupparsi. Vale la pena notare che non tutti i produttori di veicoli elettrici sono propensi a offrire auto elettriche con batterie EV di grandi dimensioni e con un’autonomia maggiore.

Le auto elettriche compatte, come la Honda e elettrica, sono state sviluppate e progettate per soddisfare l’ambiente urbano. La Honda e incorpora una batteria EV a bordo da 35,5 kWh con un’autonomia fino a 220 km (WLTP). Date le esigenze della guida in città, una batteria EV più piccola è la più appropriata!

Oltre all’aumento dell’autonomia dei veicoli elettrici, stiamo assistendo anche a un miglioramento della capacità di ricarica dei veicoli elettrici e delle infrastrutture di ricarica. La maggior parte delle auto elettriche pure è ora in grado di ricaricare in corrente continua e alcune offrono una ricarica ultra-rapida in corrente continua fino a 270 kW. Tuttavia, è più comune una capacità di ricarica in corrente continua da 100 kW. In ogni caso, una ricarica rapida in corrente continua da 100 kW consente di caricare la batteria di un veicolo elettrico fino all’80% in 30 minuti. I veicoli elettrici ibridi plug-in (PHEV) di solito non incorporano la capacità di ricarica in corrente continua, date le dimensioni ridotte della batteria di bordo. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni, soprattutto ibridi premium con una batteria EV più grande a bordo, che offrono una capacità di ricarica a corrente continua.

Anche se la ricarica pubblica dei veicoli elettrici è stata pubblicizzata molto, vale la pena notare che oltre l’80% della ricarica delle auto elettriche avviene a casa, e di solito durante la notte. Anche l’infrastruttura di ricarica residenziale per veicoli elettrici ha visto un’evoluzione significativa negli ultimi anni, con il passaggio ad una ricarica intelligente. La prossima generazione di colonnine di ricarica offre funzioni sofisticate come la funzionalità vehicle-to-home (V2H) e vehicle-to-grid (V2G).

La convergenza di miglioramenti nella capacità e nelle prestazioni delle batterie, nella ricarica pubblica dei veicoli elettrici e nei caricabatterie intelligenti per uso residenziale continuerà a consentire viaggi più lunghi alle auto elettriche!



Veicoli elettrici: tutto quello che c’è da sapere


Per saperne di più sulla guida elettrica a zero emissioni, vi consigliamo di leggere i seguenti articoli:


Iscriviti alla nostra newsletter

auto elettrica BMW i7
Auto elettrica BMW i7 [Fonte: BMW]

Auto elettriche con maggiore autonomia: top 10


Di seguito è riportato un elenco delle 10 auto elettriche pure che offrono maggiore autonomia elettrica e che sono disponibili in Italia. La nostra lista include solo i veicoli elettrici a batteria (BEV) che offrono oltre 550 km con una carica completa, ma ci sono molti altri modelli disponibili con un’autonomia dichiarata WLTP superiore a 500 km.

L’autonomia elettrica reale sarà inferiore a quella indicata nel test WLTP, ma possiamo aspettarci che queste 10 auto elettriche superino di gran lunga i 500 km con una carica completa. Si tratta, senza ombra di dubbio, di un impressionante miglioramento dell’autonomia elettrica rispetto a pochi anni fa. Per chi è alle prime armi con la guida elettrica, l’autonomia di un veicolo elettrico è influenzata da una serie di fattori, tra cui meteo, temperatura, stile di guida, dimensioni dei pneumatici, condizioni stradali, carico utile e altro ancora. Quindi, in conclusione, siate sempre realistici quando pianificate viaggi più lunghi!

Ci aspettiamo che i produttori di automobili continuino a sviluppare batterie EV in grado di garantire un’autonomia elettrica ancora maggiore. Un’autonomia di 800 km è molto realistica nell’immediato futuro. La berlina Mercedes-Benz EQS si sta certamente avvicinando a questo traguardo. Oltre all’aumento dell’autonomia, ci aspettiamo che le prestazioni delle batterie EV e il sistema di gestione delle batterie (BMS) continuino a migliorare, garantendo una maggiore autonomia elettrica. Sebbene non siano incluse nell’elenco sottostante, ci aspettiamo che auto elettriche solari come la Lightyear One offrano un’autonomia elettrica ai vertici della categoria.


ModelloCapacità della batteria (kWh)Autonomia elettrica (WLTP)Tipo di carrozzeriaGaranzia della batteria
BMW i7105.7 kWh591 − 625 kmBerlina8 anni o 150,000 km
BMW iX111.5 kWh618 kmSports Activity Vehicle (SAV)8 anni o 150,000 km
BMW i480.7 kWh520 kmGran Coupe8 anni o 150,000 km
Ford Mustang Mach-E98 kWh500 – 610 kmSUV8 anni o 150,000 km
Lotus Eletre112 kWh500 – 600 kmSUVN/A
Mercedes-Benz EQS108.4 kWh592 – 632 kmSUV10 anni o 250,000 km
Mercedes-Benz EQE90.6 kWh530 – 632 kmBerlina8 anni o 150,000 km
Mercedes-Benz EQS107.8 kWh655 – 723 kmBerlina8 anni o 150,000 km
Polestar 3111 kWh560 – 610 kmSUV8 anni o 150,000 km
Tesla Model 382 kWh547 – 602 kmBerlina8 anni o 150,000 km

Lotus Eletre SUV elettrico
Lotus Eletre elettrica [Fonte: Lotus]

Ricarica, manutenzione e consigli per migliorare l’autonomia


Le auto elettriche richiedono meno manutenzione rispetto alle auto a benzina e diesel. Noi di e-zoomed consigliamo di adottare una serie di buone abitudini per proteggere e sfruttare al meglio il proprio veicolo elettrico.


I nostri consigli
RifornimentoIncoraggiamo un approccio di “rabbocco regolare” per ricaricare un’auto elettrica. Se si ricarica la batteria ogni volta che ci è possibile, avremo sempre disponibile una buona autonomia elettrica quando necessario. Inoltre, i tempi di ricarica saranno più brevi. Questo approccio contribuisce al mantenimento a lungo termine e la manutenzione della batteria EV.
Ricarica 20-80%Evitare di svuotare la batteria al di sotto del 20% e caricarla oltre l’80%. Naturalmente, è possibile caricare una batteria EV fino al 100%, ma per la manutenzione a lungo termine della batteria EV si consiglia di mantenere la batteria carica tra il 20% e l’80%.
Pre-condizionamentoIn generale, una batteria EV funziona meglio a temperature più calde rispetto a quelle più fredde. Quindi, durante i mesi invernali, è meglio pre-condizionare la batteria EV prima di iniziare il viaggio.
Frenata rigenerativaLe auto elettriche offrono diversi tipi di frenata rigenerativa. Si consiglia di utilizzare quella che offre la massima rigenerazione. La frenata rigenerativa è il processo che cattura e converte l’energia cinetica derivante dal moto di un veicolo in energia chimica da immagazzinare in una batteria di bordo. L’energia chimica immagazzinata viene riutilizzata per l’accelerazione e la guida.
Stile di guidaAnche se si può essere facilmente tentati di approfittare dell’immediata erogazione di coppia delle auto elettriche, è meglio mantenere un profilo di guida più agevole che rifletta velocità inferiori, accelerazione e frenata più agevoli.

Polestar 3 SUV elettrico
Polestar 3 elettrica [Fonte: Polestar]

Articoli correlati



Prodotti in evidenza



Autore

Martina Giobbio

“Come molti della sua generazione, Martina è attenta alla questione ambientale e alla creazione di un futuro sostenibile. Crede fermamente che la smart mobility sia la scelta migliore per proteggere il pianeta, contribuire a migliorare la qualità dell’aria e abbracciare la tecnologia del futuro con le sue molteplici possibilità. Martina si è laureata in Lettere Moderne e ha una Laurea Magistrale in Editoria, conseguite presso l’Università degli Studi di Milano. Si occupa di SEO, digital marketing e social media, dopo aver lavorato in case editrici e uffici stampa.”

Acquista prodotti di mobilità elettrica

Iscriviti alla nostra newsletter

In questo sito sono utilizzati cookies tecnici necessari per migliorare la navigazione e cookies di analisi per elaborare statistiche.

Puoi avere maggiori dettagli visitando la Cookie Policy e bloccare l'uso di tutti o solo di alcuni cookies, selezionando Impostazioni Cookies.
Selezionando Accetto esprimi il consenso all'uso dei suddetti cookies.

Privacy Settings saved!
Privacy Settings

When you visit any web site, it may store or retrieve information on your browser, mostly in the form of cookies. Control your personal Cookie Services here.

These cookies are necessary for the website to function and cannot be switched off in our systems.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
0